Instagram Feed
4 Consigli Utili per Migliorare l’Hammer On e il Pull Off

4 Consigli Utili per Migliorare l’Hammer-On e il Pull-Off.

Hai mai sentito parlare di hammer-on e pull-off? Sì? No? Andiamo per gradi. Diamo una definizione di questi due mostriciattoli inglesi e poi ben 4 – dico quattro! – consigli utili per migliorare la tecnica.

Prima di tutto sfatiamo un mito: essere velocissimo non ti farà fare le cose per bene. E vale anche nella vita. Cosa intendo? Be’, non è detto che per andare veloce tu debba avere una pennata alternata mostruosa e, soprattutto, plettrare proprio tutte le note che vuoi suonare! In particolare nel Blues e dintorni, la velocità si raggiunge con una buona coordinazione e una buona tecnica dei legati. Per quanto mi riguarda – ma si tratta di una scelta artistica ed è del tutto personale – preferisco intervallare plettrata alternata, legati e pennata ibrida per ottenere un fraseggio dinamico e pieno di sfumature.

Cos’è l’hammer-on? Cos’è il pull-off?

Ho già scritto un articolo su “Come Migliorare La coordinazione” tra mano destra e mano sinistra – dacci un’occhiata, di sicuro ti sarà molto utile! – adesso definiamo hammer-on e pull-off. Utilizziamo termini anglosassoni, com’è d’uso nella didattica moderna – a proposito di didattica, qui io e miei ragazzi ci divertiamo un sacco a suonare e imparare nuove cose, se ti va fai un giro! –  ma questa tecnica in realtà è da sempre presente nella pratica della chitarra classica e di tutti gli strumenti a corda.

Hammer-on, dall’inglese “Martellare”, e pull-off, che significa invece “strappare”, indicano il legato ascendente e il legato discendente. Con l’hammer-on raggiungiamo una nota più alta della nota di partenza martellando la seconda dopo aver plettrato la prima. Con il pull-off raggiungiamo una nota più bassa della nota di partenza strappando la prima dopo averla plettrata.

Tutto chiaro? Bene. Adesso cimentati con questi due esercizi:

Esercizio di coordinazione con legature (1)

Esercizio di coordinazione con legature (2)

 

Quattro consigli per migliorare i tuoi movimenti

Ora, come possiamo migliorare entrambi i movimenti per ottenere maggiore dinamica, velocità e controllo nel nostro fraseggio? Una bacchetta magica? Un’illuminazione? Un bacio sulla fronte? No, attraverso questi 4 utili consigli.

1. Metti le dita della mano sinistra più perpendicolari alle corde: devi avere la sensazione di suonare con la punta delle dita. Cerca di prendere la corda circa 1mm sotto l’unghia limitando il più possibile l’angolo tra dito e corda. Così facendo avrai più spazio per il pull-off, specialmente nelle corde centrali (II, III, IV, V), e riuscirai a passare facilmente tra hammer-on e pull-off.

2. Ruota leggermente la mano sinistra verso destra: mantieni le dita della mano sinistra già sulle corde mentre suoni. Questo fa sì che tu non debba fare troppa strada soprattutto per suonare con il 4° dito della mano sinistra. Se parti con la mano completamente a sinistra, dovrai fare un bel po’ di strada per riuscire ad arrivare in tempo sulla tastiera per utilizzare questa tecnica.


E poi…

3. Non fare movimenti troppo ampi. Martellare vuol dire che il secondo suono viene generato da un movimento percussivo sul tasto. Questo però non vuol dire prendere la rincorsa per avere una buona riuscita della tecnica. Abituati a rilassare le dita e a eliminare i movimenti superflui: ti faranno stancare nel giro di poco e ti toglieranno precisione. 

4. Fai sentire “lo scalino” quando fai il pull-off. L’errore più comune sul pull-off è quello di alzare soltanto il dito del primo suono facendo semplicemente risuonare il secondo. E invece no: strappa letteralmente il primo suono per far sentire il secondo. In questo modo sentirai come uno “scalino” sotto il dito con cui strappi e avrai un ottimo attacco sulla nota che vai a far suonare con il legato discendente.

Prova a studiare i due esercizi molto lentamente – parti con un metronomo attorno ai 70bpm – dopodiché aumenta la velocità in maniera graduale. Ricorda: la velocità è figlia della precisione. Non correre! E non distrarti: sii concentrato sull’eseguire la tecnica in maniera corretta.

Facile non è, certo, ma seguendo questi preziosi consigli vedrai già dei miglioramenti.

Questi consigli ti sono stati utili? Hai delle difficoltà? Idee da condividere? Scrivi un commento qui sotto! E se ti è piaciuto l’articolo, condividilo. Più siamo, meglio è. 🙂

See you!

Davide Pannozzo

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.